Menu
Cerca
Montebelluna

“Un albero per ogni nato”: iniziata la consegna degli alberi ai magazzini comunali con la formula “drive in”

Piantati, in sette anni, circa 800 alberi.

“Un albero per ogni nato”: iniziata la consegna degli alberi ai magazzini comunali con la formula “drive in”
Cronaca Montebelluna, 13 Dicembre 2020 ore 12:46

Anche la consegna delle piante dell’iniziativa “Un albero per ogni nato” diventa “drive in”.

Iniziativa a Montebelluna

In tempi di Covid-19 anche la consegna degli alberi si adegua e il Comune di Montebelluna, anziché la tradizionale cerimonia alla presenza dei genitori dei nuovi nati, per quest’anno adotta una formula diversa e più sicura. Come è già stato sperimentato qualche settimana fa con la consegna degli alberi dell’iniziativa regionale “Ridiamo un sorriso alla Pianura Padana”, anche per “Un albero per ogni nato” il ritiro è organizzato presso i magazzini comunali di via Callarga 10.

117 bambini assegnatari

Due le giornate possibili, la prima, avvenuta già sabato, dalle ore 13.30 alle 16.30, la seconda, lunedì 14 dicembre dalle 8.00 alle 11.30 e dalle ore 13.30 alle 16.30. Per l’edizione di quest’anno, i bambini assegnatari sono 117. Di questi, 58 riceveranno il diploma e l'albero da piantare a casa, i rimanenti solo il diploma in quanto hanno scelto che sia il Comune a piantare l'albero in un'area pubblica. L'area pubblica principalmente individuata dal Comune è quella in via Monteverdi dove i tigli già messi a dimora l'autunno dell'anno scorso verranno assegnati ad ogni bambino.

Legame diretto

Tra gli alberi più richiesti da piantumare in area privata, invece, il ciliegio (11 esemplari), pesca (4) e melograno (4). Il primo cittadino, Elzo Severin ha affermato:

“Con questa ulteriore consegna, gli alberi piantati in questi sette anni, da quando l’iniziativa è stata introdotta dalla nostra amministrazione, raggiungono quota 800 circa. Ricordo che l’iniziativa punta a promuovere un legame diretto tra il bambino, la sua famiglia e l'albero che verrà piantato. Ai genitori, all'atto della registrazione del neonato presso l'Anagrafe, viene consegnato un modulo in cui possono esprimere una preferenza rispetto al tipo di pianta (da frutto, ornamentale con o senza fiori) e scegliere se piantare l'albero in un'area privata dove accudirlo personalmente, o in un'area pubblica a propria scelta o a scelta dell'amministrazione comunale”.

LEGGI ANCHE:

Rissa in centro scaturita da motivi di gelosia: applicata per la prima volta la “norma Willy”

TI POTREBBE INTERESSARE:

Confartigianato e BCC hanno firmato un patto allargato per il Superbonus 2020