Emozioni Venete, il primo festival dedicato al territorio

Un festival dedicato al territorio di tre giorni che si propone di mostrare le bellezze dell'asolano e del Monte Grappa con laboratori, mostre e workshop.

Emozioni Venete, il primo festival dedicato al territorio
Montebelluna, 27 Marzo 2019 ore 10:31

Emozioni Venete, il primo festival dedicato al nostro territorio. Escursioni naturalistiche e culturali, degustazioni, attività per le famiglie, mostre, workshop e slide show fotografici. Nell’anno del turismo slow, parte venerdì 29 marzo alle 18 nel villaggio espositivo allestito nel parco di Villa Razzolini Loredan la prima edizione del festival “Emozioni Venete” per favorire esperienze di viaggio sensoriali nel territorio dell’Asolano e Monte Grappa che abbraccerà ben 16 comuni.

Un festival che abbraccerà tutto il territorio

Da Asolo, cuore pulsante della manifestazione, fino a Pederobba, da Borso del Grappa fino a Montebelluna. Ecco tutti i Comuni partecipanti: Asolo, Castelcucco, Fonte, San Zenone degli Ezzelini, Pederobba, Altivole, Borso del Grappa, Pieve del Grappa, Cavaso del Tomba, Maser, Monfumo, Mussolente, Possagno, Romano d’Ezzelino, Castelfranco Veneto, Montebelluna.

Il programma del Festival Emozioni Venete

Il primo festival dedicato al nostro territorio vede un ricco programma. L’apertura è venerdì 29 marzo alle 18 nella tensostruttura allestita nel parco della seicentesca villa Razzolini, fulcro di tutta la manifestazione, dove inaugureranno tre mostre fotografiche: la collettiva del gruppo Ezzelino Foto Club, l’esposizione delle più belle foto dell’ Oasis Photo Contest , la personale “Orizzonti vicini” di Valter Binotto. La giornata si concluderà con lo spettacolo “Oasis International Award Wildlife Nature Photography” alle 21 nella sala proiezioni di Villa Razzolini, uno slide show in cui scorreranno le immagini dei vincitori del contest fotografico di Oasis.
Sabato dalle 8 aprirà l’info point per la prenotazione delle escursioni culturali e naturalistiche oltre ai workshop fotografici, mentre alle 9 apriranno gli stand. L’inaugurazione con il taglio del nastro è sabato alle 11 con Roberto Parodi, scrittore e conduttore televisivo famoso per i suoi libri di viaggio e direttore del mensile Riders, che alle 15.30 presenterà l’ultimo libro “Tropico dei perdenti” .

Il villaggio espositivo del Festival

Il villaggio ospiterà infatti una vetrina con le eccellenze del territorio, con la partecipazione di tre Ipa: l’Ipa della Pedemontana del Grappa e Asolano, l’Ipa Montello Piave Sile e l’Ipa della Castellana. Tra gli stand, quelli della destinazione turistica Terre di Asolo e Monte Grappa e dei cinque parchi della Regione Veneto.  Tra le degustazioni, il Consorzio per la tutela del Formaggio Monte Veronese DOP farà assaggiare le sue specialità sabato alle 11 e alle 16 in concomitanza con la degustazione di vino a cura di Asolo Manor Wine. Per chi vorrà trascorrere un serata alternativa, sabato alle 21 si aprirà “Emozioni Naturali” con Milko Marchetti, slide show con video naturalistici per vivere e conoscere la natura a 360 gradi, in cui il campione di fotografia trasmetterà le emozioni vissute al momento del click, dal Delta del Po all’Islanda, dal Pantanal all’Africa passando per il Monte Grappa. Domenica alle 9 prenderà il via la 1^ Gravel Mate De Asol con bici gravel sugli sterrati asolani, partenza dal villaggio e arrivo al Garden Relais a Borso (percorsi da 50 e 100 km). Si approfondirà il tema dell’ambiente con la presentazione della destinazione turistica “Terre di Asolo e Montegrappa” (sabato alle 11.30), il focus su “La candidatura del Monte Grappa al programma MaB Unesco” ( sabato alle 14.30) e gli incontri con il geologo Umberto Tundo (Anima Ecologica). Tra i testimonial del festival Moreno Pesce, atleta professionista con una protesi di fibra di carbonio e titanio diventato una celebrità nel mondo del trail e vertical race, che domenica alle 15 interverrà nel convegno “La mia seconda vita”. “Emozioni a due passi da casa” è il titolo della video proiezione in programma domenica alle 17 a cura di Valter Binotto.

Sabato e domenica nel villaggio del Festival attività per tutte le età

Nel primo festival dedicato al territorio, sabato e domenica partiranno dal villaggio workshop fotografici nel territorio con Milko Marchetti e Massimo Porcelli, ma anche esplorazioni per turisti culturali e sportivi con la guida dei tour operator. Nel villaggio si alterneranno corsi di acquerello sul paesaggio e calligrafia e tante attività. Tra le proposte per i bambini, il laboratorio “Trova la specie misteriosa” nel parco a cura della Lipu (Lega italiana protezione uccelli), quelle con i pony, e sulla pista di Balance bike per bimbi dai 18 mesi ai 5 anni. Inoltre, tutti si potranno cimentare nel laboratorio di tessitura e nelle esercitazioni sulla parete d’arrampicata con le guide del Cai e Collegio Guide alpine. “Un po’ di Grappa. Attimi rubati sul Monte Grappa” di Milko Marchetti”, plurivincitore della Coppa del Mondo di Fotografia Naturalistica, è invece la mostra che sarà visitabile in Cima Grappa, ospitata dal Rifugio Bassano.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Gite in treno
Curiosità