Gite fuori dal “centro” con Mom

Gite speciali e gratuite per far apprezzare a chi lo desidera le bellezze del territorio locale e i luoghi che spesso passano inosservati.

Gite fuori dal “centro” con Mom
Treviso, 02 Aprile 2019 ore 12:12

Gite fuori dal centro città con Mom. Dopo il successo e gli ottimi riscontri della critica per l’apertura al pubblico del patrimonio nascosto della Città di Treviso, l’Amministrazione comunale, in collaborazione con i Musei Civici di Treviso e l’ente gestore del servizio di trasporto pubblico, lancia un nuovo ciclo di visite ai luoghi segreti più belli e suggestivi dei dintorni del capoluogo che potranno essere raggiunti con ecobus, messi a disposizione da Mom, accompagnati dall’Assessore ai Beni Culturali e Turismo Lavinia Colonna Preti e da guide d’eccezione dedicate.

Gite fuori porta, obiettivo condiviso per i cittadini

Gite fuori porta con un importante obiettivo. Lo scopo dell’iniziativa è quello di rendere partecipi i cittadini dell’incredibile patrimonio artistico della città con un taglio curioso e inedito: ogni visita, infatti, oltre a far conoscere storie e oggetti mai svelati prima del patrimonio culturale comunale, incuriosirà con uno storytelling accattivante e aneddoti poco conosciuti.

«Vogliamo continuare a promuovere iniziative gratuite volte a far amare i nostri tesori culturali in primis ai trevigiani, in modo che possano così diventare essi stessi ambasciatori delle nostre bellezze – le parole dell’assessore ai Beni Culturali e Turismo della Città di Treviso, Lavinia Colonna Preti – Grazie alla sinergia con Mom, attraverso questa iniziativa faremo conoscere i tanti meravigliosi luoghi della cultura che sono facilmente e velocemente raggiungibili grazie al trasporto urbano, scelti tra quelli che hanno un maggior legame culturale e di “amicizia” con il nostro Comune, e ci sarà anche la diretta live delle visite sulla pagina Facebook del Comune di Treviso».

Comune e Mom uniti per queste gite

Gite fatte di sinergie tra Comune e ente di trasporto Mom.

«Confidiamo che il mezzo pubblico divenga davvero “una scelta di cultura”, per la sostenibilità e la qualità della vita», afferma Giampaolo Rossi, Direttore Generale di MOM: «Tutte le mete individuate sono raggiunte da servizi di linea urbani e suburbani, con collegamenti frequenti, percorrenze tra 10 e 20 minuti e costi davvero irrisori. Per averne prova basta accedere al nuovo travel planner che MOM ha pubblicato sul suo portale, un servizio che rende semplicissimo pianificare il proprio viaggio conoscendo fermate, linee, orari e prezzi del biglietto (presto acquistabili anche on line). Tale funzione è, inoltre, già facilmente accessibile tramite l’app MOMUP».

La vera sfida di queste gite è il trasporto collettivo

Gite fuori porta, raccogliendo la vera sfida per il futuro del trasporto collettivo. È in questa direzione, infatti, che va il progetto realizzato a quattro mani con Mom, società di servizi in grado di coinvolgere i territori della cintura urbana e che contribuisce a presentare i servizi di trasporto pubblico come reale alternativa al trasporto privato, anche e soprattutto, per la mobilità slow, turistica e culturale, dedicata al tempo libero, evidenziandone il valore aggiunto in termini ambientali.

I fruitori dei servizi Mom

I fruitori dei servizi Mom oltre la novità delle gite. I fruitori delle linee urbane cittadine utilizzano il bus prevalentemente per spostamenti di necessità (scuola o lavoro) e solo il 7,4% sale sul mezzo pubblico nel tempo libero. Mom è impegnata a far crescere questa fetta di clientela guardando ai servizi per la mobilità turistica e culturale.

I dettagli delle gite con Mom

L’iniziativa delle visite al patrimonio “segreto” prevede un ciclo di quattro visite gratuite (che saranno poi ripetute) con punto di ritrovo in piazzetta Botter, nei pressi del Museo di Santa Caterina, a Treviso. Lì, i visitatori troveranno un bus ecologico che li accompagnerà nel luogo della visita. Al termine del tour, i partecipanti saranno riaccompagnati al punto di ritrovo. Tutte le visite guidate saranno prenotabili singolarmente sul sito da ieri, 1 aprile alle 13 e a partire dal giorno successivo alla visita precedente sino ad esaurimento dei posti disponibili, ma tutti potranno liberamente seguirle in diretta live sulla pagina Facebook del Comune di Treviso. I partecipanti saranno invitati a postare, nell’ambito di una campagna “social” condivisa con Mom – Mobilità di Marca, le foto delle gite con l’hashtag #vaicolbus per far conoscere a tutta la cittadinanza questa esperienza, confidando diventi contagiosa.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Gite in treno
Curiosità