Menu
Cerca
BASKET IN CARROZZINA

La PDM Treviso conquista la Serie A chiudendo la stagione senza sconfitte

La vittoria decisiva 81-54 sul parquet del Palasport Ventura di Lecce contro i padroni di casa del Lupiae Lecce

La PDM Treviso conquista la Serie A chiudendo la stagione senza sconfitte
Sport Treviso, 31 Maggio 2021 ore 09:34

La pallacanestro trevigiana continua a mietere successi: dopo il primo storico playoff di De Longhi Treviso Basket (ora candidata anche a partecipare ad una coppa europea), è arrivata la promozione nella massima serie della Polisportiva Disabili della Marca Trevigiana, protagonista di un'annata record.

Trionfo

Domenica a Lecce i trevigiani hanno vinto la partita contro i padroni di casa del Lupiae Lecce per 81 a 54 passando al massimo campionato della Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina.

E lo hanno fatto con un percorso netto, raccogliendo 11 vittorie in altrettante partite, tra regular season e finali.

Dopo aver battuto in mattinata la “Giovani e Tenaci” Roma, nel pomeriggio la formazione trevigiana ha avuto la meglio dei padroni di casa della Lupiae Lecce al Palasport “Ventura”.

La cronaca

Inizio contratto per la PDM che sente il peso della partita. Lecce più leggera e precisa al tiro fa suo il primo quarto 12-10.

Nel secondo quarto coach Cricco mescola le carte inserendo Giro e Saracino al posto di Dal Fitto e Tosatto. Arriva il parziale trevigiano che segna il massimo vantaggio poco prima di metà gara (21-34).

Dopo l’intervallo lungo si alza l’intensità del gioco. Tosatto mette 2 triple consecutive che scavano definitivamente il divario. Lecce non demorde e continua a macinare gioco sull’asse Montano Calò.

Alla sirena finale scattano i festeggiamenti.

“Grazie ai giocatori che oggi hanno conquistato queste due vittorie” commenta a caldo coach Max Cricco “Ma non dimentichiamo anche tutti quelli che non hanno potuto partecipare a questa chermesse. Franchin, Iannelli e Vrabie che da sempre difendono i colori della PDM; Demirovic e Banjc che quest’anno ci hanno aiutato ad alzare anche il livello degli allenamenti permettendoci di mantenere sempre alta la concentrazione.”

“Ci siamo presentati a Lecce non in ottime condizioni ma abbiamo portato a casa la promozione in serie A” commenta un raggiante Presidente Paolo Barbisan “Un traguardo al quale abbiamo lavorato a lungo progettandolo un po’ alla volta e che la pandemia ci ha costretto a riprogrammare. Ma alla fine ci siamo riusciti ed ora ce lo gustiamo. Ringraziamo tutti gli sponsor ed i sostenitori che ci hanno permesso di essere qui a festeggiare questo traguardo. Adesso festeggiamo ma già da domani ci metteremo a lavorare per programmare la prossima stagione.”

Nel mezzo la PDM Treviso sarà impegnata nell’organizzazione degli Europei Under 22 che si terranno dal 14 al 19 giugno a Lignano Sabbiadoro (UD).

Nell’altro concentramento che si è tenuto a Firenze, a conquistare la promozione sono stati i padroni di casa delle Volpi Rosse Firenze che hanno avuto la meglio prima su Varese e successivamente sul Pontecagnano

Una storia trentennale

La Polisportiva Disabili della Marca Trevigiana – PDM Treviso – nasce nel 1993 per opera di quattro amici paraplegici, con l’idea di dare un riferimento preciso alle molteplici discipline sportive praticate nella Marca da atleti disabili. Ora si dedica interamente al basket in carrozzina con la collaborazione della De’ Longhi TVB - Treviso Basket.

I fondatori della PDM Treviso sono l’attuale Presidente della Polisportiva Paolo Barbisan, pluri-rappresentante in ambito nazionale e internazionale nella disciplina del tiro a segno; Bruno Rizzato, persona molto conosciuta nell’ambito nazionale del basket in carrozzina per la sua lunga militanza prima come giocatore, poi come allenatore in varie squadre del Veneto; il prof. Luigino Conzon, autentico promotore di nuove discipline sportive per disabili e, infine, Mirco Bolzonello, ex capitano della squadra, grande esempio di determinazione, grinta e costanza.

La Polisportiva coinvolge circa una quarantina di persone fra disabili e non, e vede aumentare ogni anno la presenza di atleti grazie alle iniziative che vengono promosse con lo scopo di sensibilizzare all’handicap e far conoscere le varie discipline praticate.