Cronaca
Senza parole

Sfregio alla memoria, rubati fiori e la "sua" sigaretta dalla tomba di Mattia

I familiari, in cimitero stamattina, hanno trovato l'amara sorpresa. Ma la miglior risposta è la donazione degli organi voluta dal 23enne.

Sfregio alla memoria, rubati fiori e la "sua" sigaretta dalla tomba di Mattia
Cronaca Montebelluna, 07 Maggio 2021 ore 11:56

Sfregio alla memoria di Mattia Battistetti, rubati dalla tomba fiori e una sigaretta lasciata dagli amici. Donati per sua espressa volontà, intanto, gli organi.

LEGGI ANCHE: Morti sul lavoro: dopo Luana e Mattia, un altro incidente fatale a Varese

Sfregio alla memoria a Montebelluna

Non sono passati neanche due giorni dal funerale del povero Mattia Battistetti e dalla sua sepoltura al cimitero di Montebelluna che, notizia di questa mattina, venerdì 7 maggio 2021, la sua tomba è stata subito profanata.

Ignoti hanno infatti rubato, strappandoli in malo modo, alcuni fiori e composizioni depositati da amici e parenti sul loculo dello sfortunato 23enne di Montebelluna, morto a causa di un tragico incidente sul lavoro. I famigliari, andati stamattina a far visita al loro caro, hanno travato il desolante "spettacolo".

Sfregio alla memoria, rubati fiori e la "sua" sigaretta dalla tomba di Mattia

Non solo. Ulteriore sfregio alla memoria: gli amici del giovane gli avevano lasciato una simbolica sigaretta, anche quella sparita nel nulla. Uno dei tanti sgradevoli episodi che si verificano nei cimiteri , anche a Montebelluna, dove persone senza scrupoli non esitano a calpestare ricordi e affetti.

LEGGI ANCHE:

Addio Mattia, la madre giura sulla bara: "Faremo giustizia, chi ha sbagliato pagherà"

La donazione degli organi

A fare però da contraltare a tanta inciviltà, c'è la grande generosità postuma di Mattia, che nonostante la giovane età aveva sempre ribadito e messo per iscritto la sua volontà, in caso di decesso, di donare gli organi per aiutare altre persone. E infatti proprio grazie alla donazione degli organi del ragazzo (tra cui tessuti e valvole cardiache), diverse vite potrebbero essere salvate.

Sfregio alla memoria, rubati fiori e la "sua" sigaretta dalla tomba di Mattia

Intanto, sui cartelli del cantiere di via Magellano dove il 23enne ha perso la vita, gli amici e gli stessi familiari continuano a lasciare testimonianze di affetto per lui. Che, a fronte del gesto vile di alcuni, gli scalderanno invece il cuore da lassù.