Emergenza Covid-19

Villa Carisi, il grazie degli alunni del comprensivo “5 Coletti” al personale sanitario

Il banner è stato realizzato con i disegni dei bambini della Scuola primaria Carducci e con gli striscioni dei diversi plessi dell’IC 5 Coletti.

Villa Carisi, il grazie degli alunni del comprensivo “5 Coletti” al personale sanitario
Treviso, 20 Maggio 2020 ore 10:37

I lavori realizzati dagli alunni in questo periodo possono essere visualizzati al seguente link https://www.comprensivo5colettitv.edu.it/category/andra-tutto-bene/

Emergenza Covid

E’ stato collocato nell’area esterna di Villa Carisi il banner realizzato dagli alunni dell’Istituto Comprensivo 5 Coletti di Treviso.

“La realizzazione del banner – ha sottolineato la dirigente scolastica, Ada Vendrame – è un segno di profondo ringraziamento agli operatori sanitari da parte dei nostri ragazzi. Tutti noi, alunni e famiglie, docenti e personale ATA, abbiamo potuto vedere lo straordinario impegno e la coraggiosa dedizione di medici, infermieri, tecnici e volontari, in questo difficilissimo periodo nel quale siamo stati colpiti dall’emergenza Covid-19”.

Il ringraziamento di Benazzi

“Agli alunni del Comprensivo 5 Coletti – ha commentato il direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi – va il nostro più sentito ringraziamento per questo importante gesto di vicinanza nei confronti dei nostri operatori, doppiamente importante perché arriva da bambini e ragazzi. La loro sensibilizzazione su temi quali la malattia e la gratitudine è molto importante e con questo gesto l’I.C. si è confermata scuola attenta nei confronti dei temi educativi e del territorio”.

I disegni dei bambini

Il banner è stato realizzato con i disegni dei bambini della Scuola primaria Carducci e con gli striscioni dei diversi plessi dell’IC 5 Coletti. I lavori realizzati dagli alunni in questo periodo possono essere visualizzati al seguente link https://www.comprensivo5colettitv.edu.it/category/andra-tutto-bene/

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità